Shopping in Provenza

Quest’estate ho scelto la PROVENZA per trascorrere le tanto attese vacanze e incantata da quei colori e dai profumi che sono entrati ormai nell’immaginario collettivo ho dato libero sfogo agli istinti più incontrollati in tema di shopping.

Eh sì, lo shopping in Provenza è un’esperienza quasi mistica, bisogna fare uno sforzo sovrumano per non cedere all’impulso di portar via qualche cosa anche dal più remoto negozietto situato in un borgo medievale sperduto e arroccato. Perchè anche lì, e non solo nelle città più attrezzate (leggasi piene di migliaia di negozi di ogni tipo) come Aix en Provence o Marsiglia, si apriranno scrigni di tesori provenzali dal sapore retrò, shabby chic, vintage, insomma ci siamo capiti. Anche la cianfrusaglia cinese più kitsch qui, nel sud della Francia, assume come per magia una’aura raffinata, di classe.

Inutile che vi elenchi le meraviglie dei brand più blasonati come Fragonard (di cui da brava addicted ho già parlato qui) o le mille declinazioni di prodotti alla lavanda, del sapone di marsiglia, delle ceramiche locali e dei deliziosi tessuti a tema floreale che si trovano praticamente ovunque. Nel mio lungo peregrinare, sempre con al mio fianco quel santo uomo di Michele (il fidanzato che presto, ne sono certa, me la farà pagare) ho scovato alcuni marchi nuovi, 100% francesi, che vorrei condividere con voi. Nella speranza, si intende, che siate più morigerati e dotati di self control della sottoscritta, la quale mangerà pane e cipolle fino a Natale per riportare il conto corrente appena sopra l’asticella del rosso perenne.

E allora partiamo con l’elenco:

 

Natives deco: propone oggetti retro vintage di ispirazione anni ’50, poco provenzali quindi, ma molto carini ed esposti praticamente ovunque. Barattoli, portatovaglioli, portasaponi (di Marsiglia ovvio) scatole in latta con impresse immagini di pin up, scritte d’epoca, colori accesi che mettono allegria.

7 bis bijoux: Gioiellini minimal, graziosissimi e delicati, in una parola iper femminili. Il brand nasce a Parigi nel 2007 e propone orecchini, braccialetti, anelli e collane in acciaio inossidabile. Fenicotteri, unicorni, nuvole, cactus, pellicani e altre tantissime forme originali, acquistabili anche online.

Ho acquistato un braccialetto con l’ananas in un negozietto di Roussillon, un borgo incredibile ricoperto di terra rossa proveniente dai giacimenti di ocra che lo circondano.

Le Mas du roseau: “un’altra visione del sapone di Marsiglia” è lo slogan di questa piccola azienda artigianale con sede a Saint Chamas, in grado di creare piccoli capolavori profumati nel rispetto della natura, senza soda e senza parabeni, con un’attenzione particolare alle materie prime e alle lavorazioni, davvero originalissime.

Come quelle dei “saponi dei mestieri” pensati per il cuoco, il giardiniere, pittore o la lavandaia, quelle dei saponi in barattolo oppure le ghirlande da appendere, deliziose e romantiche composizioni a tema marinaro o floreale.

 

Infine i thè (anche glacé), le tisane, le confezioni gourmand di due marchi, Terre d’Oc e Maison Bourgeon, tutti biologici e dai gusti originali come Mojito o Caipirinha, che mi hanno colpito per il packaging colorato, allegro, curato nei minimi dettagli.

 

 

 

Non vi viene voglia di portarvi a casa almeno un barattolo così? Io li trovo tutti bellissimi!

 

Autore dell'articolo: Ilaria Traditi

giornalista, web writer, content editor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *